Eleonora Gizzi e i suoi bambini, appello della dirigente: ‘Torna da loro’

08/04/2014 - Continuano senza sosta le ricerche di Eleonora Gizzi, quando sono trascorsi già 11 giorni dalla scomparsa. Eleonora, sparita nel nulla da Vasto quel terribile 28 marzo, lasciando nella casa dei genitori cellulare, soldi ed effetti personali. Da allora, più nulla.

Se da una parte si allunga di ora in ora la sfilza di appelli di amici e conoscenti sul web, diversi gruppi di volontari hanno intensificato le ricerche per sostenere gli sforzi delle forze dell’ordine. Mentre sono numerose, anche se tutte da verificare, le segnalazioni circa la possibile presenza di Eleonora a Pescara, a Roma o addirittura all’estero, le ricerche si concentrano sui luoghi più frequentati dalla maestra 34enne. Al setaccio quindi il lungomare di Vasto ma anche e soprattutto Pescara, dove Eleonora Gizzi viveva e lavorava come educatrice presso l’asilo nido ‘La Mimosa’.


Proprio Pescara sembra essere al centro dell'attenzione di tutti, in una vicenda che dopo 11 lunghissimi giorni resta avvolta nel mistero. Pescara ed Eleonora, Eleonora e il suo lavoro, Eleonora e i suoi bambini... E' toccante il messaggio postato su Facebook da Enrica Di Paolo, responsabile dei nidi comunali di Pescara, molto legata alla giovane maestra.

Quando vengo nei nidi – ha scritto la dirigente rivolgendosi a tutte le educatrici - vi vedo chine su quelle testoline, dedite al vostro lavoro, attente come farebbe una mamma nel cogliere un gesto nuovo, per percepire una parolina nuova .. Eleonora, come ognuna di voi, lasciava fuori da quella porta ogni pensiero triste, ogni problema che avrebbe potuto distoglierla dai suoi bambini e sfoderava il magico sorriso.. il vostro magico sorriso che fa parlare il cuore...tutte imbrattate dalla testa ai piedi di colori, intrecciate nei fogli, nelle carte colorate da ritagliare, nel materiale riciclato che spesso mi fa alzare i capelli in testa come qualche settimana fa quando ho visto il cestino pieno di gusci di uova ...questo siete voi...questa è Eleonora..le mie collaboratrici, le educatrici di cui vado orgogliosa e che non cambierei per niente al mondo.. i bambini senza gli adulti sono indifesi.. i bambini con voi hanno trovato una certezza, un punto di rifermento.. Eleonora, tutto è pronto per proseguire questo viaggio che abbiamo e avete iniziato insieme e insieme dobbiamo e dovete raggiungere il traguardo… e questo sarà il pensiero che accompagnerà la mia giornata fino a quando non potrò dirtelo guardandoti negli occhi”.

L'appello delle forze dell'ordine e dei volontari impegnati nella ricerca è sempre lo stesso: chiunque sia in grado di fornire notizie utili a rintracciare Eleonora Gizzi, è invitato a contattare con la massima urgenza i seguenti numeri: 112-113-118.





Questo è un articolo pubblicato il 08-04-2014 alle 11:10 sul giornale del 09 aprile 2014 - 607 letture

In questo articolo si parla di cronaca, pescara, rai 3, chi l'ha visto?, vasto, Paolo di Toro Mammarella, eleonora gizzi, articolo, maestra scomparsa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/2cb