Eleonora Gizzi non si trova, sfuma anche la ‘pista pugliese’: il foulard non è suo

2' di lettura 23/04/2014 - A quasi un mese dalla scomparsa, è ancora fitto il mistero sulla sorte della maestra 34enne Eleonora Gizzi, svanita nel nulla dopo essere uscita dalla casa dei genitori, a Vasto.

Qualche speranza per amici e parenti era giunta nei giorni scorsi dalla segnalazione di una coppia di venditori ambulanti pugliesi, che a Monopoli avevano notato una donna molto somigliante alla Gizzi aggirarsi in stato confusionale nei pressi del Conservatorio locale. I due, dopo aver raccolto il foulard lasciato a terra dalla donna, lo avevano spedito alla trasmissione ‘Chi l’ha visto’, che più volte nelle ultime settimane si è occupata del caso di Eleonora.

Tuttavia, nonostante la segnalazione fosse giudicata attendibile, i genitori di Eleonora hanno negato che la sciarpa appartenesse all’educatrice. Parallelamente, si sono rivelate infruttuose le ricerche della Gizzi nelle fattorie abruzzesi, molisane e pugliesi. Il fatto che in passato la donna fosse già stata ospite in queste strutture, dove in cambio di lavoro volontario viene garantito vitto e alloggio, aveva portato a ipotizzare che fosse proprio questo il ‘rifugio’ trovato da Eleonora nelle lunghe settimane di assenza.

I controlli, però, non hanno portato a nessun riscontro, così come infondate si sono rivelate le ultime segnalazioni di avvistamento. Quel che è certo è che Eleonora Gizzi, ammesso che sia ancora in vita, non può essersela cavata da sola: allontanatasi da casa senza documenti ed effetti personali, Eleonora aveva con sé appena 20 euro. Da qui, dando ormai per scontata la pista dell’allontanamento volontario, la sensazione è che Eleonora non possa in nessun modo aver trascorso da sola ben 26 giorni.

Eleonora Gizzi quindi è con qualcuno? E chi sono queste persone che la ospitano o che l’hanno aiutata a restare nascosta? Oppure c’è qualcuno che ha approfittato di un momento difficile della maestra vastese e, per qualche motivo, le impedisce di fare ritorno a casa?

L’appello di chi continua a cercarla è sempre lo stesso, ovvero segnalare alle forze dell’ordine qualsiasi elemento utile a rintracciarla, contattando i numeri 112-113-118.






Questo è un articolo pubblicato il 23-04-2014 alle 16:32 sul giornale del 24 aprile 2014 - 783 letture

In questo articolo si parla di cronaca, pescara, chi l'ha visto, persone scomparse, vasto, vivere pescara, eleonora gizzi, Federica Sciarelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/215