Eleonora Gizzi, uno stand alla Notte Rosa di San Salvo. Legione D’Avalos: ‘L'Abruzzo non dimentica’

07/07/2014 - Nuova iniziativa della Legione D’Avalos di Vasto per Eleonora Gizzi, l’educatrice vastese scomparsa nel nulla lo scorso 28 marzo.

In occasione della Notte Rosa, in programma a San Salvo il prossimo 26 luglio, sarà allestito uno stand dedicato al softair, ma anche in questo caso l’Associazione vastese guidata da Duilio Di Francesco riserverà ampio spazio al sociale e al mondo del volontariato. Tra le varie iniziative in programma, si guarda con particolare attenzione al caso di Eleonora e alla necessità di tenere accese le luci sulla vicenda a quasi 4 mesi dalla sparizione.

“Il progetto – spiega Di Francesco – concepito inizialmente per promuovere il softair, com’è nostra abitudine punta ad unire l’aspetto promozionale con iniziative a carattere sociale e benefico. In questo caso, l’occasione sarà utile per raccogliere contribuzioni volontarie per vaccinare i bambini africani. I visitatori del nostro stand interessati, potranno versare una quota che sarà interamente devoluta all’Unicef. Puntiamo a raccogliere una cifra sufficiente per  vaccinare almeno 200 bambini in un villaggio africano”.

Proprio alla cultura e alle tradizioni africane era profondamente legata Eleonora, che aveva più volte viaggiato nel Continente Nero. Da qui, l’idea di sfruttare l’occasione per sensibilizzare l’opinione pubblica su un caso altrimenti destinato all’oblio.

“Alla Notte Rosa parteciperanno migliaia di persone – conferma Di Francesco - e quindi si tratta di un’occasione unica per tornare a parlare del caso Gizzi. Nel nostro stand, distribuiremo centinaia di volantini con la foto della nostra concittadina”.

Eleonora non ti dimentichiamo: è questo lo slogan scelto per un’iniziativa che, come annunciato dagli organizzatori, molto probabilmente sarà replicata anche alla Notte Rosa di Vasto, in programma l’8 agosto.

La Legione D’Avalos è stata tra le prime ad occuparsi delle ricerche di Eleonora Gizzi. I volontari, forti della loro conoscenza del territorio, si sono impegnati fin dalle ore immediatamente successive alla scomparsa, perlustrando le aree circostanti a caccia di possibili tracce della 34enne.

Le ricerche, così come gli appelli lanciati da amici e familiari ai microfoni di Chi l’ha Visto?, finora non hanno dato esito, tuttavia sono in molti a sperare che la ragazza possa essere ancora viva. Da qui, l’idea di sfruttare un grande palcoscenico estivo come quello della Notte Rosa per tornare a parlare di una vicenda che ha scosso il cuore e la coscienza di tanti abruzzesi. "L'Abruzzo non dimentica - fanno sapere dalla Legione - e noi andremo avanti, fino alla fine".

 





Questo è un articolo pubblicato il 07-07-2014 alle 12:23 sul giornale del 08 luglio 2014 - 872 letture

In questo articolo si parla di cronaca, attualità, Vasco Rossi, pescara, Abruzzo, notte rosa, rai 3, chi l'ha visto?, persone scomparse, vasto, soft air, Paolo di Toro Mammarella, eleonora gizzi, Federica Sciarelli, articolo, scomparsa eleonora gizzi, duilio di francesco, legione d'avalos, san salvo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/6TP