DAEdove. Trova subito il defibrillatore più vicino. Quando un idea diventa start-up

04/06/2016 - Da tempo, fortunatamente, si sente parlare sempre più spesso di DAE, ovvero del “defibrillatore automatico esterno, un dispositivo in grado di effettuare la defibrillazione delle pareti muscolari del cuore in maniera sicura, dal momento che è dotato di sensori per riconoscere l'arresto cardiaco dovuto ad aritmie, fibrillazione ventricolare e tachicardia ventricolare.

La loro installazione in ambienti esterni, di facile accesso, permette in caso di necessita di poter intervenire e spesso può fare la differenza nel salvare una vita, soprattutto mentre si attende l’intervento di un’ambulanza.

Tutto è partito dall’idea di Andrea Biotti,  volontario soccorritore che, in occasione di una casuale situazione di emergenza all’uscita di un ristorante, ha chiesto ai presenti dove fosse il DAE più vicino per soccorrere un cliente colpito da malore e nessuno ha saputo rispondere.

Da qui l’intuizione di realizzare un’app che potesse indicare, tramite l’uso di uno smartphone, la localizzazione dei dispositivi presenti sul territorio e in particolare quelli prossimi alla posizione in cui ci si trova.

Sempre all’interno dell’ente si è affiancato un altro volontario, Fabio Paracchini, informatico di professione,  la persona ideale per procedere allo sviluppo. Nato come un progetto destinato a una realtà provinciale, è invece rapidamente decollato anche grazie al sostegno di altri enti di volontariato e di ANPAS nazionale arrivando a interessare tutte le regioni d'Italia. Crescita talmente interessante che ora alcuni membri della Squadra Nautica di Salvamento hanno deciso di credere fino in fondo in questa idea, tanto da arrivare a costituire un start-up (2BPM SRL), su cui investire  per ampliare la diffusione sul territorio nazionale.

L’applicazione è disponibile già da novembre 2015 per IOS e Android ed è gratuita e destinata a rimanere tale. Si distingue già oggi per la sua agilità di navigazione, per la precisione della mappatura e per la vocazione territoriale nazionale.

Ora gli sviluppi futuri prevedono il rilascio di una versione multilingue, l’implementazione del sito web per consentire la consultazione dei Dae mappati nonché la loro gestione agli enti che volessero collaborare nell’interesse della collettività. Sicuramente fondamentale sarà trovare il supporto degli enti locali e delle associazioni operanti nel soccorso per contribuire a sostenere la crescita del progetto in termini economici ma soprattutto di copertura territoriale.

Per curare l’immagine e la comunicazione di DAEdove è nata la collaborazione con la società Sindimedia Srl i cui soci hanno all’attivo 20 anni di esperienza nel mondo della comunicazione digitale soprattutto in ambito sociale, oltre che essere la società editoriale di OK!Mugello.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-06-2016 alle 10:55 sul giornale del 06 giugno 2016 - 195 letture

In questo articolo si parla di attualità, defibrillatore, dae

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/axJr