Miccio: "Con i circa 63mln stanziati con il Pnrr per la Zes l'obiettivo è che tutti i progetti abbiano la valutazione ambientale Pnrr entro quest'anno"

2' di lettura 21/01/2022 - Con i circa 63 milioni stanziati con il Pnrr per la Zes "cui si aggiungono, è bene dirlo, altrettanti milioni della Regione stanziati con altri fondi per fare ulteriori infrastrutture, l'obiettivo è che tutti i progetti abbiano la valutazione ambientale Pnrr entro quest'anno. Speriamo di potere già con la prima scadenza, averla per gran parte di questi progetti. C'è una stretta collaborazione tra il ministero e la Regione per fare presto e bene quel che si deve fare".

Così il commissario della Zes Mauro Miccio alla stampa a margine del convegno "Zes Abruzzo: una opportunità speciale per le imprese" organizzato dalla Camera di Commercio Pescara-Chieti. Miccio ha portato ad esempio il Porto di Ortona per il quale, ha spiegato, si è già a lavoro su alcuni lavori di potenziamento previsti, per arrivare al 31 marzo con tutte le carte in regola per procedere con l'appalto e la caratterizzazione. Centrale, dunque, perché una Zes funzioni, è la semplificazione amministrativa che insieme alle infrastrutture, è l'elemento che spinge le imprese ad investire in un territorio. Buoni esempi dall'estero arrivano com nel caso dell'Asia, Cina su tutti, dove di concentrano oltre 2mila delle 5.883 Zone economiche speciali presenti in tutto il mondo o, ancora in Polonia, best practis europea, ha ricordato il Commissario. Semplificazione amministrativa che ai traduce anche in agevolazioni fiscali laddove "le problematiche fiscali sono al terzo posto negli interessi delle imprese - ha detto ancora Miccio -. Dobbiamo favorire, grazie ai fondi Pnrr, una infrastrutturazione celere nel rispetto della legalità e soprattutto delle norme particolarmente stringenti per le autorizzazioni".

Tra queste quella Valutazione Ambientale Pnrr "aggiuntiva - ha spiegato ancora il Commissario - alla Valutazione Ambientale che gia le opere infrastrutturali sanno di dover fare prima di dover provedere ad appalto. Il commissario, con l'autorizzazione unica, è in grado di dare velocità di chiusura alle Conferenze dei Servizi e addirittura di andare in Consiglio dei ministri per chiudere quelle che restano aperte e questa è una grande novità che chiude mette un punto su problematiche che rimanevano aperte per anni". All'incontro hanno preso parte il presidente della Regione Marco Marsilio, il Commissario straordinario alla Ricostruzione Giovanni Legnini, il presidente della Camera di Commercio Gennaro Strever, Paolo Russo, consigliere ministero del Sud e della Coesione territoriale, Roberto Egidi, direttore Agenzia delle Entrate, Andrea Craig, responsabile iniziative Suap Infocamere e Antonello Fontanili, direttore Uniontrasporti.






Questo è un lancio di agenzia pubblicato il 21-01-2022 alle 17:28 sul giornale del 22 gennaio 2022 - 106 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cGH3